Subito da Renzi
il candidato vero

Credo che Renzi non possa assolutamente lasciare che passino i primi tre scrutini senza impegnare da subito il Pd su un nome.

Se infatti al primo scrutinio si gingilla sul cosiddetto “candidato di bandiera” (ammesso che ci sia, e ne dubito), che non può che NON essere il suo candidato vero, il quale riesca a fare i suoi onesti 350-400 voti, c’è il pericolo che al secondo scrutinio arrivino 100-120 voti che portino il suddetto già vicinissmo alla soglia dell’elezione quando il quorum cala. E a quel punto per Renzi sarebbe difficilissmo raddrizzare la barca.

D’altra parte io credo che messo alle strette tra un candidato che piaccia anche a Berlusconi ma spacchi il Pd e un candidato che invece non spacchi il Pd egli per mille ragioni non possa che scegliere quest’ultimo, infischiandosene momentaneamente del patto del Nazareno. Vedo un solo nome che potrebbe andare bene a Renzi e in fondo a tutto il Pd e Sel e al centro senza dispiacere troppo a Berlusconi: Chiamparino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *